Pescare dal proprio yacht, divertendosi in famiglia!

MARE ADRIATICO: le mete consigliate da Nautica Del Delta, per le prossime vacanze in Yacht!
23 Giugno 2022
Prenota! – Rimessaggio a SECCO e al COPERTO
5 Agosto 2022

Dopo qualche tuffo dalla barca, la vacanza in barca potrebbe diventare noiosa se non si hanno nuovi stimoli per vivere il mare.

Per di più se si hanno i figli o nipotini (abituati a navigare perennemente sui social) la lunga permanenza in rada, dove infatti Internet arriva a fatica, potrebbe trasformarsi in una dramma più che una vacanza di relax.

Sicuramente una delle attività più stimolanti e coinvolgenti da vivere in famiglia a bordo della propria barca è provare la pesca in mare, e perché no, con la possibilità di cucinare le catture! Non occorre essere dei bravi pescatori perché il vero obiettivo è passare una giornata divertente e rilassante al contatto con la natura del mare. 

Partiamo quindi con l’ABC della pesca dove la pastura può determinare o meno le sorti della giornata a pesca. Ad esempio riciclare gli avanzi di cibo del pranzo o cena dei giorni precedenti può essere un ottimo richiamo (attorno alla barca) per i pesci. Mentre con il buio un altro trucco infallibile per richiamare i pesci sono l’accensione delle luci subacquee o l’illuminazione dell’acqua con una torcia potente, meglio se subaquee.

Contatta il nostro magazzino o banco ricambi per conoscere la disponibilità di forniture ed equipaggiamenti per la nautica! QUICCA!


Pescare dalla barca – livello FACILE

Per un divertimento assicurato!

Una volta pasturato vicino alla barca si può usare un’esca artificiale micidiale: il Sabiki (facilmente reperibile in qualsiasi negozio di pesca, grazie alla loro notorietà), che non sono altro che una serie di ami posizionati in sequenza che richiamano in massa i pesci più voraci. Con un piombo alla fine e una lenza su rocchetto il gioco è fatto, poiché se ci sono pesci attorno alla barca è davvero impossibile non pescare nulla con i Sabiki! Con questo sistema si possono pescare piccoli pesci presenti in abbondanza in tutto il mediterraneo, quali: aguglie, sarde, occhioni, ecc.

Scopri le nostre imbarcazioni -in pronta consegna- a misura di tutta la famiglia. Disponibili in 5gg e con rimessaggio invernale (secco e coperto inclusi) CLICCA


Pescare dalla barca – livello MEDIO

La cena… direttamente dal mare alla tavola!

Se l’obiettivo invece è pescare per portare in tavola le proprie catture, occorre attrezzarsi con una canna, mulinello e relativa lenza. Si può andare alla ricerca di sgombri, occhioni, alici, sardine, aguglie che sono di piccola taglia, ma di grande pregio culinario essendo Pesci Azzurri! Si possono usare sia i Sabiki come spiegato sopra che ami singoli. In quest’ultimo caso occorre utilizzare esche tagliate come sarde o alici da infilzare all’amo. Per insidiare questi pesci occorre pescare in profondità oppure sondare diverse altezze sotto la barca. Sicuramente utilizzare l’ecoscandaglio della barca può essere davvero un trucchetto (sleale) se si gareggia con i propri bimbi!

Lo sgombro (ricco di omega 3 e vitamina D) lo rendono un cibo “nobile e pregiato”.
Cena romantica in barca, dopo una giornata a pesca!

Visita il nostro negozio di arredo nautico con un vasto assortimento di stoviglie, strumenti per cucinare a bordo o per arredare la vostra barca CLICCA->

.


Pescare dalla barca – livello AVANZATO

Per stupire persino i vostri amici e parenti!

Senza dover per forza attrezzarsi per la pesca sportiva l’altura, sicuramente per chi vuole davvero stupire la famiglia può provare una pesca più “strong”; insidiando predatori di piccola-media taglia, quali: Serra, Palamita, Alletterato, Tombarello, Leccia e Lampuga. Essendo predatori occorre impiegare un’ esca artificiale che simuli un altro pesce vivo, quali: metal jig, minnow, long jerk, popper, ecc. I nomi di questi artificiali possono spaventare, ma in realtà si tratta di una pesca semplicissima, poiché occorre solamente lanciare lontano, recupera lentamente e ferrare con decisione mentre abbocca. Il continuo rumore e movimento nell’acqua innervosisce questi pesci da indurli ad attaccare l’esca (a volte senza che questi siano veramente affamati). Difatti si tratta di una pesca impegnativa perché la loro cattura, a volte è molto lunga e combattiva (da trasformarsi in vero e proprio spettacolo, non solo per i bimbi)!

Foto ricordo per celebrare catture memorabili!

Contatta il nostro banco ricambi per conoscere la disponibilità di dotazione per la pesca come: portacanne, ecoscandagli, ecc CLICCA ->

Anche se non si è particolarmente esperti, come già detto in precedenza, l’importante è non demoralizzarsi ai primi fallimenti. Provare e riprovare può trasformarsi a lungo andare in un passatempo per figli e nipoti che può rivelarsi l’arma vincente per cambiare una vacanza noiosa in famiglia in barca!

CONDIVIDIShare on Facebook
Facebook